Poetas Del Mundo Poets of the world
Our Poets & Artists Talented, Credentialed & Creative
Our Readers A wide diverse audience
Help & Support Call us: +56 9 8811 6084
0 0
Stefania Siani

Stefania Siani


Nationality: Italia
Email: sonorika1971@gmail.com

Biography

Stefania Siani

Stefania  Siani è nata nel 1971 a Cava de’ Tirreni (Salerno), dove vive e lavora come decoratrice in ceramica.

Ha già pubblicato una raccolta poetica nel 2017 dal titolo Il canto dell’anima, con la casa editrice Il Paguro, di Mercato San Severino (Salerno).

Ha pubblicato un romanzo Storico dal titolo SPADE, ROCK E AMORE edizioni Il pendolo di Foucault.

Ha vinto un premio di pubblicazione di una silloge dal titolo PENSIERI NUDI  nel  2018

Ha partecipato a vari concorsi poetici con numerosi piazzamenti nella zona podio.

Il 2021 vedrà la luce la sua nuova raccolta poetica.

 

DIGNITÀ INFRANTA

Tremerà la terra

nell’incanto di occhi smarriti,

quando riversa tra polvere e fango giace

l’ultimo barlume di dignità infranta.

Pezzi malmessi e sparpagliati,

risplendono di sangue e terra,

di stracci e brandelli di pelle livida.

Muta resta a guardare un cielo

di stelle argento,

mentre lacrime e suoni soffocano

senza luce e senza voce.

I mostri hanno lasciato il campo

alla quiete fredda e alla brezza

che dal mare sale e inonda

un corpo sbilenco e martoriato.

Goccia a goccia stilla,

tra gli interstizi

di una spasmodica attesa,

l’ultimo barlume di forza

mentre sulle braccia si rialza

e si rassetta la dignità di una donna.

 

ACQUAMARINA E ORO

E così ho sommerso speranze

dove confina il cielo grigio

di autunni stanchi e silenziosi.

Morde la coda ad una pace

 raffinata e solida

un loquace merlo,

mentre l’alba fa capolino e salta

oltre la siepe.

Di acquamarina e oro

si veste un nuovo giorno,

mentre di aspettative

 rumorose  e rosse

si riempie e trabocca.

Si annulla quello spazio e il silenzio,

mentre un’altra bocca sfama

l’ingordigia di sapere.

 

AD ALI SPARSE

E cosi mi ritrovo

seduta su questo scoglio,

ad ali sparse

il vento mi sfiora e fugge,

girandosi appena a sibilare.

Seduta a raccogliere

briciole cadute,

da pensieri frantumati.

Seduta in attesa

che il sole asciughi

le mie penne scure.

Non attendo galeoni

che accolgano

muti richiami,

né gabbiani

che portino pesci in dono.

Resto seduta

su uno scoglio,

ad ali sparse

raccogliendo

brandelli di pelle e cuore.

Resto seduta solo un po’

prima di ripartire,

prima di puntare al cielo

e riprendere il volo.

 

E QUINDI SCRIVO

Lascio cadere parole,

come semi su terra arida.

Non c’è acqua né sole

a donare vita alle polverose zolle.

Lascio correre parole,

dette tra pensieri sconnessi

e maligni,

mentre il dubbio

di aver troppo donato

mi assale e sparge sale

su ferite ancora fresche.

Lascio andare pensieri stretti,

e quindi scrivo,

mentre un altro vestito cade

tra gli angusti corridoi della vita.

 

GUERRA INVISIBILE

Eppure non sento sparare,

ma c’è la guerra

in queste mattine

di sole lucido e caldo.

Attraverso strade deserte

di grigio perlaceo

accompagnata da strapiombi

di pensieri affannosi.

Non sento sparare,

ma c’è la guerra

subdola e impalpabile

e ogni amico è nemico invisibile

e l’amore gela

di abbracci chiusi al petto

e baci negati.

Libertà mai sembrò più cara

e lontana appare

oltre la curva della ragione.

Vacilla appena la mente

e paziente aspetta

che la primavera torni

e intoni il suo canto.

 

Stefania Siani nata a Cava de’Tirreni il 26/12/1971 

No record found.
No record found.
No record found.
Comments