s
s
s
s
s
s
s

El contenido de esta página requiere una versión más reciente de Adobe Flash Player.

Obtener Adobe Flash Player

Teresa Cacciatore
Nacionalidad:
Italia
E-mail:
teresa-cacciatore@libero.it
Biografia

Teresa Cacciatore 

Nasce a Gallipoli nel 1964 e dopo aver concluso gli studi a Parma si trasferisce in Trentino dove  vive e svolge la professione di ostetrica.

Ha ottenuto diversi riconoscimenti partecipando a Concorsi Letterari, tra cui Premio Letterario” La Città della Rosa” ( Aulla)  come primo classificato nella sezione Poesia Inedita col testo “ Le parole che non amo”.

Nel giugno 2019 è stata pubblicata la sua prima raccolta poetica( 191 testi) dal titolo ‘ Idume’ con casa editrice New-Book di Rovereto.

In corso il suo secondo libro.

Organizza e partecipa a eventi culturali/letterari

Dal  febbraio 2020 fa parte di WikiPoesia- enciclopedia poetica come Co-Fondatore.

 

                                       Le parole che non amo   

 

Son nascoste

tra le maglie lacerate

di esistere.

Velate di gelo

etichettate

distorte, chiuse nell’oblio

che nessuna onda ha cancellato

come ogni spada han ferito.

 

Non amo le parole

 

frammenti di stelle

caduti da quale cielo chissà  

nel palmo della mano

son schegge sanguinanti

il tempo non cicatrizza.

 

Ancora cerco un luogo

a deporre le parole

 

che non amo.                         

 

                                               Dove saremo

 

Dove saremo

quando solo i nostri versi

parleranno di noi.

Forse in brandelli d’anima

scagliati impetuosi contro la roccia

colpevoli del loro sentire.

Saremo nei confini dei nostri porti

affacciati su un mare muto,

in uno sguardo immalinconito

senza orizzonti.

O nella nostra poesia più bella

mai scritta,

presenza di attimi eterni

in un verbo mai trovato.

 

Saremo nostalgia

come un fiume che è passato.

 

                                                 Rosa d’inverno

 

Sono venuta a cercarti                                                  i

mia rosa

di tutte le stagioni.

Sei stanca anche tu

delle emozioni donate

e battiti di cuore.

Non giaceremo nell’oblio

ma nel silenzio

di questo cielo

dai lunghi tramonti.

 

Ricorderemo che la vita

è un risveglio.

 

                                                     Viandanti

Camminiamo

viandanti

su prati di cielo

nella brezza

odor di salsedine.

Un mantello

tutto quel che abbiamo,

luce dipinta

dell’estate mai scomparsa,

sassi di sole

raggi lunari.

Orlato

di solo conchiglie,

respira

sonno sognante

sulla riva del tempo

- dimentichi di ieri

- sentire è quel che è.

Le ombre attorno

lasceremo vagare

 di lago in lago

da sponda a sponda

a cercare

un nocciolo di luce.

 

                                                     Danzami, Vita

 

 Danzami, Vita!

 Sfiorami piano

 A passi leggeri

 In punta di piedi

 Ma danzami dentro.

 

 

Desarrollado por: Asesorias Web
s
s
s
s
s
s