s
s
s
s
s
s
s

El contenido de esta página requiere una versión más reciente de Adobe Flash Player.

Obtener Adobe Flash Player

Miriam Ballerini
Nacionalidad:
Italia
E-mail:
miriamballerini@alice.it
Biografia

Diploma di terza media.

Attestato di frequenza per un corso di psicologia di 2 anni presso l’ass. l’Orizzonte a

Oleggio (NO).

Professione: scrittrice di narrativa sociale, iscritta all’albo degli scrittori italiani e europei.

Posizione SIAE sezione OLAF 207019

Ins. di scrittura creativa alla scuola professionale di Appiano Gentile (CO) nell’anno 2008-2009

Insegnante di scrittura creativa presso la sala civica di Caslino al Piano.

2012 laboratorio di poesia presso la casa di riposo Vallardi di Appiano Gentile.

2013 laboratorio di giornalismo presso la casa di riposo Vallardi di Appiano Gentile.

Redattrice di http://insubriacritica.blogspost.com/

Ambasciatrice dal 2010 dell’università della pace della Svizzera italiana.

Presidente della Universum Como dal 2010 al 2011.

 

Ha pubblicato 6 romanzi:

2002 – Il giardino dei maggiolini (Serel International – Eeditrice.com). romanzo

2003 – Dietro il sorriso del clown (Serel International – Eeditrice.com). romanzo

2004 – La casa degli specchi (Otma Edizioni) vincitore del premio internazionale romanzo

Michelangelo 2004. Adottato come libro di testo alla Magistri Cumacini di Como

per le quinte superiori.

2005 – Bassa marea (Serel International – Eeditrice.com) racconti e poesie-vincitore 3° premio al concorso

internazionale A.U.P.I. 2005.

2008 – Fiori di serra (Serel International – Eeditrice.com) romanzo vincitore 4° posto al premio internazionale Europa, a Lugano. Indetto dal Parlamento Europeo, l’Università della pace

della Svizzera Italiana, il Vaticano e altri importanti organi internazionali.

2009- La casa degli specchi (Ta Ti Edizioni) ristampa. Vincitore 3° posto al premio internazionale Europa, a Lugano. Indetto dal Parlamento Europeo, l’Università della pace

della Svizzera Italiana, il Vaticano e altri importanti organi internazionali.

2011- L’ultimo petalo (Serel International – Eeditrice.com). racconti e poesie

 

Tutti i romanzi sono stati tradotti come libro parlato presso la Unitas di Lugano.

“La casa degli specchi”, “Fiori di serra”, “L’ultimo petalo” sono stati tradotti come libro parlato presso il Lions di Milano.

 2012- Collaborato all’uscita del libro “La vita è meravigliosa” di Alfredo Fuoco, ragazzo disabile deceduto nel dicembre 2011.

 2012- Collaborato con l\\\'uscita del libro "La luce oltre le crepe" a favore dei terremotati dell\\\'Emilia Romagna.

 In diverse occasioni ha fatto da giurata in concorsi letterari per bambini e adulti.

 In concorsi nazionali e internazionali ha ottenuto posizioni da podio con racconti e poesie.

 Nel 2006 è stata inserita nell’antologia dei migliori 40 poeti lombardi a Salò.

 Nel 2008 è stata l’unica scrittrice italiana ad essere inclusa in un progetto universitario alla Freie Universitat di Berlino.

 Nel 2010 le è stato conferito il premio Donna Lariana (Como) per la letteratura e l’impegno sociale.

 Nel 2010 le è stato conferito il premio Donna dell’anno (Europa) per la cultura.

 2013 è stata registrata nell’Accademia dei poeti, “Ordine masoliniano delle Arti e delle Lettere”.

 

 AMA IL PROSSIMO TUO

 

È così agevole

amare chi ci assomiglia.

Chi non ha i palmi scuri.

Chi sprofonda in sofà lussuosi,

e i denti ha ancora, per mordere.

Chi si cela dietro una perfezione

illusoria, come fiori di cartapesta.

Il mio sguardo si allontana

con un singulto di sdegno.

Si volge al fratello che non ha il mio colore.

Verso chi vive agli angoli,

intrappolato nella loro geometria.

Si posa sui fallaci; su chi vive e si sporca.

Carezza i bambini fermi sotto i fiori

a sboccio alternato, dei semafori.

Sfiora le puttane, colte troppo presto

e ferme a sfiorire su un campo sterile.

Ama il prossimo tuo,

quello che sai essere il tuo opposto;

che nulla ha da darti in cambio,

se non la sua umanità.

 

© Miriam Ballerini

 

I BAMBINI SCAVALCANO

Inseguendo un pallone

i bambini scavalcano reti,

con passi imprudenti

nei calzoni stracciati.

A scuola amicizie stringono,

scavalcando l’assurda credenza

di chi pensa che il nero

sia l’opposto del bianco.

I sassi lanciano,

scappando col sorriso storto

e una punta di lingua

nell’angolo di labbra.

Scavalcano siringhe e cartacce,

con gli occhi a punto interrogativo.

Di smorfie, pianto e risa

vivono. Poi, il capo posano

sul cuscino che mamma rimbocca.

 

© Miriam Ballerini

 

BATTITI

 

Indossa la criniera del leone

e ringhia il disappunto.

Battiti contro i violenti,

gli ignoranti, gli indifferenti.

Chi senza sapere giudica.

Volgi lo sguardo ferino

addolcendolo con la stilla di miele

che danno due occhi neri.

Occhi che l’asfalto rasentano.

Sono di bimbo o di un barbone.

Di un folle o una puttana.

Di uomo confuso,

sull’orlo di un salto vergine.

Spicca il balzo e supera

la crudeltà dei mediocri;

chi non si sporca,

chi non si piega

e la compassione piaga.

Sii leone quando difendi,

gazzella quando accogli.

 

© Miriam Ballerini

 

 

Desarrollado por: Asesorias Web
s
s
s
s
s
s
s